Tintoria

Dopo aver lavorato con le artigiane alla realizzazione dei prototipi, ci siamo rese conto che era indispensabile intervenire su alcuni processi delle lavorazioni, come la tintura, perché fossero più rispettose della persona e dell’ambiente.

dscn3509

dscn3511

La “tintoria” è nella capanna di una delle artigiane: le pentole, sottodimensionate per questo uso, sono le stesse nelle quali si cuoce il cibo; lo spazio è angusto, buio e non aerato; la iuta viene tinta su un fornello di terracotta ricavato dal pavimento; il fuoco viene alimentato attraverso una piccola cavità con foglie secche, rametti e piccoli pezzi di carta raccolti nel villaggio. Non c’è acqua corrente all’interno della capanna. Questo processo, oltre a essere dannoso per le artigiane, non consente una tintura di qualità: la iuta, dopo essere tinta, non viene risciacquata, continuando a rilasciare il colore a prodotto finito. Abbiamo allora identificato un luogo adatto e deciso di costruire uno spazio idoneo per la tintura della iuta.

img_2434

Sulla base delle caratteristiche del luogo, abbiamo chiesto a un tecnico di redigere il progetto esecutivo che prevedesse anche acqua corrente. Abbiamo seguito passo passo la realizzazione della struttura, fornendo di volta in volta le indicazioni necessarie.

dye-centre-long-548cm
WORK IN PROGRESS
prova

Il progetto è ora terminato e la tintoria attiva

dsc05091

 
css.php Il sito di Price is Rice usa i cookie. Continuando a usare il sito acconsenti all\'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni visita la pagina Cookie policy.